16 Nov 2012 / 21:11

Sua Eccellenza Italia 2012. Le conserve del Paradiso

È proprio il caso di dire omen nomen. Il titolare si chiama Santo (Cauteruccio), la moglie Angelica. Con due nomi così non si può che andare in Paradiso! E infatti i due imprenditori cosentini hanno chiamato

http://med.gamberorosso.it/media/2012/11/330583_web.jpeg

È proprio il caso di dire omen nomen. Il titolare si chiama Santo (Cauteruccio), la moglie Angelica. Con due nomi così non si può che andare in Paradiso! E infatti i due imprenditori cosentini hanno chiamato

Paradiso dei Golosi la loro piccola azienda specializzata in conserve, fondata nel '96 con la partecipazione del fratello di Santo, Gianfranco, che si occupava della lavorazione di sottili e confetture, venuto a mancare troppo presto. Mentre Angelica continua ad occuparsi della parte amministrativa, il marito si divide tra l'approvvigionamento delle materie prime, in parte prodotte in proprio, in parte acquistate da piccole aziende agricole locali o del Sud, e il laboratorio per controllare il lavoro svolto da un pool di 5 esperte e fidate collaboratrici.

 


Il nostro artigiano di Buonvicino sostiene che le proprie specialità sono i prodotti a base di peperoncino e le marmellate di agrumi. Molto buoni e buonissimi, non c'è che dire. E il pomodoro secco, ne vogliamo parlare? Santo è troppo modesto. I pomodori secchi Paradiso dei Golosi sono arrivati terzi – e con menzione  per il vantaggioso rapporto qualità/prezzo – nella classifica dedicata all'amato sottolio, pubblicata sul mensile Gambero Rosso nel settembre scorso, lasciandosi dietro fior di aziende artigianali specializzate in questo tipo di conserva. Un terzo posto che sarebbe un primo per le sensazioni olfattive: “profumo meraviglioso, erbaceo e freschissimo in cui si avverte il classico sentore di pomodoro fresco unito a un olio discreto ma di carattere”. Un pomodoro secco da mangiare prima di tutto con il naso.

 

 

Come dicevamo, l'azienda cosentina trasforma per lo più. Solo una piccola parte delle materie prime proviene dal pezzo di terra di proprietà, come frutta estiva (pesche, pere) e in parte agrumi. Il resto è locale, regionale o, nei casi più distanti, del sud Italia, a parte le mele che possono venire dal Trentino quando i nostri artigiani di Buonvicino non riescono a trovare in zona le cotogne. In ogni caso si tratta di prodotti selezionati di piccoli coltivatori. Le arance provengono dalla Piana di Lamezia Terme, il cedro da Diamante, il bergamotto dal Reggino jonico. Gli ortaggi sono prevalentemente calabresi, i carciofi e i pomodori essiccati al sole vengono dalla Puglia. Il peperoncino, proposto macinato, intero e farcito (di tonno o acciughe, come fanno in Piemonte), è acquistato da aziende agricole nel raggio di 15-20 chilometri dal Paradiso e lavorato, come tutte le altre conserve, manualmente e per lo più dal fresco nel laboratorio di contrada Palazza. La liquirizia, che aromatizza un'insolita confettura a base di mela (cotogna o golden), è quella calabrese, l'Amarelli di Rossano Calabro. Anche le olive, verdi e nere, messe sotto vetro denocciolate, schiacciate oppure trasformate in una morbida crema, sono localissime.

 

Tutto si traduce in una ampia gamma di specialità dolci e salate ai sapori calabresi ma prodotte in piccole quantità, distribuite nelle enoteche e nell'alta gastronomia un po' in tutta Italia. Da non perdere i pomodori secchi, di cui abbiamo parlato. Ma provate anche la marmellata di arance (arrivata decima in una nostra classifica pubblicata nel gennaio 2012) e quella di arance amare, la confettura di pere piccanti, i funghi porcini e i funghi misti della Sila, i carciofini e le melanzane alla brace, le cipolline e le cicoriette selvatiche, la 'nduja (con la materia prima fornita da Luigi Caccamo di Spilinga) e il pesto calabrese (dove il peperoncino piccante incontra  l'olio extravergine, le olive verdi, l'aceto di vino, l'aglio e il finocchietto selvatico).

 

Un assortimento in continua crescita, perché Santo e Angelica non rinunciano a sperimentare. È già in arrivo la marmellata di mele allo zafferano.

 

Mara Nocilla

16/11/2012

 

Paradiso dei Golosi

c.da Palazza|Buonvicino (CS)|
tel. 098 581 591 | www.paradisodeigolosi.it

sempre aperto su appuntamento

       
   
        

 

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition