Paella di pollo

7 Gen 2008, 11:57 | a cura di Gambero Rosso

Sciacquate l'uvetta e mettetela ad ammollare in acqua tiepida. Lavate il peperone, asciugatelo e passatelo direttamente sulla fiamma del gas al massimo, girandolo continuamente.

Quando la pelle sarà tutta bruciacchiata, chiudete il peperone in un sacchetto di carta da pane e lasciatelo intiepidire. Tuffate i pomodori in acqua in ebollizione, passateli sotto l'acqua fredda, pelateli, privateli dei semi e tagliateli a pezzetti.

Quando il peperone si sarà intiepidito, spellatelo raschiandolo leggermente con un coltello ed eliminando i residui con carta da cucina evitando di lavarlo, quindi tagliatelo a quadrettini.

Fiammeggiate il pollo, togliete le eventuali pennette quindi spuntate le ali e dividetelo in otto parti incidendolo alle giunture senza spezzare le ossa. Lavatelo più volte sotto l'acqua corrente e asciugatelo.

Scaldate l'olio in un largo tegame che possa andare in forno e fatevi rosolare il pollo girandolo spesso.

Quando il pollo sarà dorato in maniera uniforme, insaporitelo con sale e pepe e versate nel tegame le cipolle tritate, qualche pezzetto di peperoncino e la foglia di alloro spezzettata.

Appena la cipolla comincia a prendere colore, togliete il pollo dal tegame e tenetelo in caldo fra due piatti, versate nel tegame il riso e fatelo insaporire per qualche minuto mescolandolo continuamente.

Quando comincia ad attaccare, bagnatelo con il brodo e aggiungetevi il peperone, i pomodori, l'uvetta scolata e asciugata e lo zafferano, diluito con poca acqua calda.

Mescolate bene il tutto quindi affondate i pezzi di pollo nel riso e mettete il tegame nel forno già scaldato a 200°.

Lasciate cuocere per una ventina di minuti fino a quando il riso sarà quasi asciutto. Servite ben caldo nello stesso recipiente di cottura.

Sciacquate l'uvetta e mettetela ad ammollare in acqua tiepida. Lavate il peperone, asciugatelo e passatelo direttamente sulla fiamma del gas al massimo, girandolo continuamente.

Quando la pelle sarà tutta bruciacchiata, chiudete il peperone in un sacchetto di carta da pane e lasciatelo intiepidire. Tuffate i pomodori in acqua in ebollizione, passateli sotto l'acqua fredda, pelateli, privateli dei semi e tagliateli a pezzetti.

Quando il peperone si sarà intiepidito, spellatelo raschiandolo leggermente con un coltello ed eliminando i residui con carta da cucina evitando di lavarlo, quindi tagliatelo a quadrettini.

Fiammeggiate il pollo, togliete le eventuali pennette quindi spuntate le ali e dividetelo in otto parti incidendolo alle giunture senza spezzare le ossa. Lavatelo più volte sotto l'acqua corrente e asciugatelo.

Scaldate l'olio in un largo tegame che possa andare in forno e fatevi rosolare il pollo girandolo spesso.

Quando il pollo sarà dorato in maniera uniforme, insaporitelo con sale e pepe e versate nel tegame le cipolle tritate, qualche pezzetto di peperoncino e la foglia di alloro spezzettata.

Appena la cipolla comincia a prendere colore, togliete il pollo dal tegame e tenetelo in caldo fra due piatti, versate nel tegame il riso e fatelo insaporire per qualche minuto mescolandolo continuamente.

Quando comincia ad attaccare, bagnatelo con il brodo e aggiungetevi il peperone, i pomodori, l'uvetta scolata e asciugata e lo zafferano, diluito con poca acqua calda.

Mescolate bene il tutto quindi affondate i pezzi di pollo nel riso e mettete il tegame nel forno già scaldato a 200°.

Lasciate cuocere per una ventina di minuti fino a quando il riso sarà quasi asciutto. Servite ben caldo nello stesso recipiente di cottura.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X