Strangozzi al tartufo

In sintesi

Difficoltà: Media
Totale: 60 minPreparazione: 40 minCottura: 20 min
Portata: Primi
Ricetta di: Pasta fresca
Piatto regionale: Umbria

Preparazione

Preparazione: 40 minuti + 30 minuti per il riposo

Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e mettete al centro un pizzico di sale e l’acqua. Impastate energicamente e a lungo fino a che la pasta diventa liscia e si formano sulla superficie delle bollicine d’aria.

Quando è pronta, raccoglietela a palla e fatela riposare per una mezz’ora avvolta nella pellicola.

Stendetela a uno spessore di un paio di mm e ritagliate delle tagliatelline di circa tre mm.

Scaldate l’olio in una padella e fate rosolare dolcemente gli spicchi d’aglio schiacciati. Appena cominciano a prendere colore, eliminateli e mettete in padella l’acciuga raschiata e sfilettata.

Mantenete la fiamma al minimo e fate disfare l’acciuga nell’olio. Fuori dal fuoco ma con l’olio ancora caldo, unite il tartufo, prima ben spazzolato, ridotto a lamelle sottilissime.

Cuocete gli strangozzi in abbondante acqua salata in ebollizione, scolateli e saltateli nella padella aiutandovi con un goccio di acqua di cottura.

  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X