26 Ott 2011 / 20:10

Birra: compagna ideale non solo per la pizza...

La birra esce dai luoghi comuni e il suo consumo si diffonde anche in territori inusuali.

 

Alla "bionda" artigianale ieri Roma ha voluto rendere omaggio con una degustazione all'Enoteca Provinciale organizzata dalla CNA di Roma (Confederazione dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa) in collaborazione Provin

http://med.gamberorosso.it/media/2009/04/212720_web.jpeg

La birra esce dai luoghi comuni e il suo consumo si diffonde anche in territori inusuali.

 

Alla "bionda" artigianale ieri Roma ha voluto rendere omaggio con una degustazione all'Enoteca Provinciale organizzata dalla CNA di Roma (Confederazione dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa) in collaborazione Provin

ciattiva e Centro servizi per i prodotti tipici e tradizionali.

 

Tre i birrifici romani che hanno presentato il meglio della loro produzione: Birradamare di Fiumicino, Astalas Coelestis di Roma e Birrificio Turbacci di Mentana.  “Dei produttori coraggiosi – così  li ha definiti Lorenzo Tagliavanti, direttore della CNA di Roma nel corso della presentazione – perché il mercato della birra artigianale nel nostro Paese non è dei più facili: come vendere frigoriferi al Polo Nord. Ma qualcosa sta cambiando”.

 

“In Italia non abbiamo né diamanti, né petrolio –  gli ha fatto eco  il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti  - ma il nostro bene più prezioso è l'enogastronomia. E la birra, all'interno di questo patrimonio, può essere la nostra risposta alle nuove esigenze del mercato”.

 

La "bionda", infatti, continua a guadagnare terreno, affiancando il vino nelle preferenze degli italiani: secondo una ricerca di ISPO/AssoBirra  nell'ultimo anno il partito degli estimatori della birra è aumentato di 7 milioni arrivando a quota 36milioni. Mentre la produzione made in Italy si attesta sui 13 milioni di ettolitri commercializzati attraverso 1.500 marchi.

 

Tra le novità, l'arrivo della birra anche sulle tavole “domestiche”, dove non aveva mai avuto troppo spazio (negli ultimi sette anni si è passati dal 3% al 7,6% dei consumatori durante i pasti casalinghi), mentre sono già 300 i ristoranti che, accanto alla carta dei vini, propongono anche quella delle birre. Si prospetta un periodo di grande fermento.

 

di Loredana Sottile

26/10/2011

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition