Tagliate il prosciutto cotto a dadini minuscoli. Setacciate la farina in una larga ciotola insieme al lievito, alla senape in polvere e al sale.

Amalgamatevi anche un cucchiaino di rosmarino tritato e formate la fontana. Mettetevi il burro morbido a pezzetti e impastatelo con le dita fino ad ottenere un composto sbricioloso.

Unite il prosciutto e il latte e impastate quel tanto che basta per ottenere una pasta omogenea e decisamente consistente.

Rivestite una placca con la carta da forno la placca del forno. Dividete la pasta in 16 pezzi uguali e, rotolandoli fra le mani, ricavate altrettante palline.

Schiacciatele con il palmo e sistemate le focaccine sulla placca. Quando sono tutte pronte, pennellatele con il latte e mettetele per circa 15 minuti nel forno precedentemente scaldato a 200°.

Servitele tiepide.


Potete conservare per qualche giorno le focaccine ben chiuse in un sacchetto di plastica e scaldarle al momento nel forno o, divise a metà, nel tostapane.... 21 Ottobre 2009

Preparazione: 10 minuti + il riposo

Tagliare il formaggio a dadi, raccoglierlo in una ciotola e coprirlo di latte lasciandolo riposare per qualche ora.

Trascorso questo tempo, sgocciolarlo dal latte e metterlo in una casseruolina.

Metterla sul fuoco con la fiamma a metà altezza e farlo fondere mescolando continuamente con il cucchiaio di legno.

Fuori dal fuoco, legare la fonduta con il tuorlo d’uovo.
Distribuire le bruschettine nei piatti, coprirle con la fonduta bollente e completare con una grattugiata di tartufo.... 20 Ottobre 2009

Preparazione: 20 minuti + 1 ora per il riposo

Lessare le due patate, pelarle, passarle dallo schiacciapate e lasciarle raffreddare.

Setacciare le due farine sulla spianatoia, fare la fontana e mettervi le due uova intere, l’olio, il lievito diluito nel latte tiepido, una manciatina di sale e un cucchiaino di zucchero e impastare, unendo l’acqua tiepida necessaria per ottenere un composto di media consistenza.

Impastare per una decina di minuti senza premere troppo e raccogliere l’impasto a palla.

Rotolarne poco alla volta fra le mani unte d’olio formando dei panini delle dimensioni di un’arancia. Appiattirli un poco e sistemarli su una placca.

Coprirli con un panno e lasciarli lievitare per circa un’ora, fino a quando saranno quasi raddoppiati.

Informare a 180° e proseguire la cottura per circa mezz’ora. Una volta pronti, togliere i panini dalla placca e lasciarli raffreddare in un cestino.... 20 Ottobre 2009

Per questa preparazione l’avocado dovrà essere ben maturo. Sbucciatelo, tagliatelo a pezzi e mettetelo in una scodella.

Unitevi lo scalogno tritato finissimo, la mostarda, poco succo di limone, il sale e una generosa macinata di pepe e schiacciatelo con una forchetta per ottenere una crema granulosa.

Allineate le fette di pane sul tavolo, spalmatele con crema di avocado e distribuite su quattro di esse lo speck tagliato a listarelle. Coprite con le altre quattro fette e premete leggermente.

Con un coltello ben affilato, dividete ogni panino in due con un taglio obliquo e chiudete ogni metà dentro un foglio d’alluminio.... 19 Ottobre 2009
Preparazione: 45 minuti + 3 ore per la lievitazione

Lessate la patata con la buccia in acqua inizialmente fredda quindi pelatela, passatela dallo schiacciapatate e lasciatela raffreddare dopo averla allargata su un piatto.

Spellate la salsiccia e tagliatela a dadini piccolissimi. Tagliate nello stesso modo anche il formaggio. Fate fondere il burro a bagnomaria o nel microonde.

Setacciate le due farine e miscelatele con la bustina di lievito, un cucchiaino di zucchero, mezzo di sale, il parmigiano grattugiato e abbondante pepe di mulinello. Fate una fontana molto larga e mettetevi la patata passata allo schiacciapatate, le uova intere, il burro fuso freddo e il latte appena tiepido.

Impastate energicamente per una decina di minuti unendo anche, una manciata alla volta, la salsiccia e il formaggio. Quando la pasta è pronta, ben lavorata e amalgamata, raccoglietela a palla e sistematela in un’ampia ciotola infarinata.

Coprite con un canovaccio umido piegato in quattro e fate lievitare in luogo tiepido per un’ora abbondante.

Trascorso questo tempo, rovesciate la pasta sulla spianatoia infarinata e lavoratela brevemente per sgonfiarla quindi, rotolandola con le mani infarinate, formate un salsicciotto e sistematelo in uno stampo a ciambella (28 cm di diametro).

Pareggiate la superficie quindi coprite lo stampo con il canovaccio umido e fate lievitare ancora per un paio d’ore fino a quando la pasta sarà arrivata quasi al bordo dello stampo.

Mettete la ciambella nel forno precedentemente scaldato a 180° e proseguite la cottura per 50 minuti. Dopo averla sformata, fate raffreddare la ciambella su una griglia.... 19 Ottobre 2009
Preparazione: 30 minuti + 1ora per il riposo

Pelate le patate e lessatele in acqua salata. Quando sono tenere, scolatele conservando l’acqua di cottura e passatele dallo schiacciapatate lasciandole cadere dentro una ciotola ampia.

Lasciatele intiepidire e amalgamatevi il lievito diluito in una tazza di acqua appena tiepida (quella di cottura delle patate). Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno e, continuando a mescolare, unite poco per volta, le farina e, se necessario, ancora poca acqua in modo da ottenere un impasto molto morbido.

Lavoratelo energicamente con il cucchiaio per una decina di minuti fino a quando si staccherà dalle pareti della terrina (l’uso dell’impastatrice faciliterà molto il lavoro).

Oliate la placca del forno e stendetevi l’impasto pareggiando lo spessore. Pennellate d’olio la superficie della focaccia e distribuitevi i pomodorini divisi a metà.

Coprite con un panno e lasciate lievitare in luogo tiepido per circa un’ora fino a quando nella pasta si formeranno delle bollicine e i pomodorini, per effetto delle lievitazione, saranno quasi affondati nella pasta.

Ungete ancora la superficie, spolverate con l’origano e con un pizzico di sale e infornate a 220° proseguendo la cottura per circa 40 minuti fino a quando la focaccia sarà alta e ben colorita.

Servitela tiepida o fredda.... 16 Ottobre 2009
Setacciate la farina con il lievito. Fate fondere il burro. Tagliate il prosciutto a dadini minuscoli.

Rompete le uova in una ciotola e unitevi il latte, il burro fuso freddo, un pizzico di sale e un’abbondante macinata di pepe. Battete con la frusta elettrica e continuando a battere unite il parmigiano e, una cucchiaiata per volta, la farina.

Ad un certo punto, quando l’impasto comincerà ad ispessire, sostituite le frusta con il cucchiaio di legno e infine amalgamate all’impasto i dadini di prosciutto.

Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake, versatevi l’impasto e mettetelo nel forno a 180°. Lasciate cuocere il cake per 50 minuti e fatelo intiepidire prima di sformarlo. Servitelo tiepido o freddo.... 16 Ottobre 2009
Preparazione: 1 ora + 30 minuti per il riposo

Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e versatevi l’olio, un bel pizzico di sale e un bicchiere scarso d’acqua appena tiepida. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti con una forchetta incorporando, poco per volta, tutta la farina.

A questo punto, lavorate energicamente la pasta per qualche minuto fino ad averla liscia e ben amalgamata. La pasta deve risultare morbida e soffice ma, se si attacca alle mani, aggiungete ancora un po’ di farina. Quando è pronta, raccoglietela a palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per una mezz’ora.

Mondate le bietole quindi lavatele più volte e tagliuzzatele grossolanamente.

Tagliate quasi tutto il gambo dei carciofi, scartate le foglie esterne più dure quindi tornite il fondo togliendo la scorza fibrosa. Spuntateli con un taglio netto e divideteli a metà. Togliete il fieno interno e divideteli a spicchietti sottili lasciandoli cadere in una ciotola con acqua acidulata con il succo di un limone. Quando i carciofi sono pronti, sgocciolateli e versateli in un tegame.

Unitevi l’olio, sale e pepe e un trito finissimo di aglio e prezzemolo. Coprite, fate alzare il bollore quindi abbassate la fiamma al minimo e, dopo qualche minuto di cottura, unitevi anche le bietole. Fate cuocere circa una quarto d’ora, fino a che la verdura sarà diventata tenera e asciutta.

Mettete la ricotta in una ciotola, unitevi le uova intere e il formaggio e mescolate. Aggiungete le verdure, amalgamate bene e regolate il sale.

Dividete la pasta in due parti di cui una poco più grande dell’altra e stendete il pezzo più grande in una sfoglia sottile. Ungete leggermente una tortiera bassa da crostate del diametro di 28 cm e foderatela con la sfoglia lasciandola debordare, versatevi il ripieno, pareggiate la superficie quindi stendete il secondo pezzo di pasta e coprite.

Ritagliate l’eccesso di pasta lasciando un bordo di un cm, ripiegatelo in dentro formando un cordoncino e pizzicate tutto intorno. Pennellate la superficie della torta con l’olio quindi bucatela in più punti con la uno stuzzicadenti e mettetela nel forno precedentemente scaldato a 200°.

Abbassate il termostato a 180° e lasciate cuocere per circa tre quarti d’ora. Servite la torta tiepida o fredda.
... 15 Ottobre 2009
Alici marinate:

Pulire e spinare le alici, staccando con le mani la testa e le interiora e sciacquandole sotto l’acqua corrente. Asciugarle con carta da cucina e immergerle per un quarto d’ora nell’aceto.

Scolarle, asciugarle ancora e sistemarle in due o più strati una terrina coprendole abbondantemente di olio. Completare con i peperoncini lasciati interi (profumeranno l’olio senza aggredire troppo le alici) e la scorza del limone grattugiata grossolanamente.

Ben coperte d’olio si conservano in frigorifero anche per due, tre giorni.

Cucchiai:

Immergere per qualche secondo le friselle in acqua e sale. Strofinarle con i pomodori spaccati a metà (la tradizione vuole che non si utilizzi assolutamente il coltello perché deve essere la superficie rugosa e frastagliata delle friselle a “ferire” la buccia del pomodoro); quando tutto il succo e la polpa avranno ben bagnato la frisella eliminare la buccia.

Condire con abbondante olio, qualche granello di sale grosso pestato e foglioline di origano fresco, quindi spezzare le friselle in grosse briciole.

Accomodare due o tre briciole nei cucchiai e completare con due alici marinate, un po’ di scorza di limone e un peperoncino.... 14 Ottobre 2009
Preparazione: 30 minuti + 30 minuti di lievitazione

Lessate le patate con la buccia in acqua salata inizialmente fredda. Pelatele, passatele dallo schiacciapatate e lasciatele raffreddare.

Setacciate la farina sulla spianatoia e miscelatela con il lievito e con un cucchiaino di zucchero. Fate la fontana e versatevi il passato di patate, 3 cucchiai d’olio e circa mezzo bicchiere d’acqua appena tiepida.
Impastate energicamente per una decina di minuti unendo due cucchiaini di sale a metà dell’operazione. Raccogliete l’impasto a palla, mettetelo in una ciotola infarinata e coprite la ciotola con canovaccio umido piegato in quattro.

Fate lievitare in luogo tiepido e lontano da correnti d’aria per circa un’ora (es il forno spento con la lampadina accesa), fino a quando l’impasto sarà più che raddoppiato.

Trascorso questo tempo, rovesciate l’impasto sulla placca del forno rivestita di carta speciale e allargatelo con le mani aperte fino ad arrivare ai bordi dandogli uno spessore uniforme.

Coprite con un canovaccio a fate lievitare la focaccia per un’ora circa.

Accendete il forno a 200°. Raccogliete in una ciotolina due cucchiai d’olio e uno d’acqua e battete con una frustina formando una piccola emulsione.

Quando la focaccia è lievitata, fate delle fossette su tutta la superficie con la punta delle dita quindi pennellatela con l’emulsione e spolveratela di sale.

Passate la focaccia nel forno già caldo e fate cuocere per circa 30 minuti fino a leggera doratura.
Fatela raffreddare su una griglia.

Servitela, tagliata a quadretti, per accompagnare salumi e formaggi.... 14 Ottobre 2009

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition